Una guida con le mani in tasca

Nella nostra ultima giornata insieme, Misurina si mostra già nella sua veste invernale, con una nebbiolina sottile che sale dal lago e una temperatura tagliente. Mi sono svegliata presto per salutarci con calma e respirare il suo silenzio. Ne “La mia Africa” Karen Blixen si domanda se l’Africa abbia una canzone che parla di lei,…

Come del resto alla fine di un viaggio

L’Alta Via è uno stato d’animo, è una predisposizione mentale, è un viaggio vero, dentro un paesaggio incredibile ma anche dentro sé stessi e dentro gli altri. Non senti mai l’odore della montagna così intensamente come quando stai per lasciarla. Si, io ci torno domani, ma in una condizione diversa. Senza nulla togliere ad una…

Pane sprecato

Oggi nella valle di By, un nome breve per una infinita varietà di paesaggi, colori e profumi. La presenza dell’uomo è scarsa e in perfetta armonia con la natura, in particolare per la gestione dell’acqua. L’inizio del sentiero corre parallelo ad un “ru”, la tipica costruzione valdostana di sfruttamento dell’acqua. Il ru è un canale…

Una montagna a cui dare del Lei

La Francigena in Val D’Aosta è una cagata pazzesca, ma (come direbbe uno che conosco) la Val D’Aosta è Dio (breve, sapida, saccente e autoreferenziale concione sul camminare e altre osservazioni sul profondo nord) Io ci ho provato, che sia messo agli atti che io ci ho provato. Ho intrapreso il percorso piena di buoni…

“Vado a farmi un giro in montagna”

Piove a secchi a Longarone, ma la barista gentile mi presta l’ombrello. È triste Longarone, con i  baretti e il supermercato e tutte queste montagne intorno e le cascate formate dalla pioggia che scendono giù come piangendo la storia triste di questo posto, raccolta in un museo che non ho il tempo di visitare.  Io…

E intanto lei se ne va

Io: Quindi te ne vai. Lei: Non fare quella faccia. Non hai sempre detto che dovevo andarmene? Io: Si, ma che c’entra. E’ la soluzione migliore, lo sappiamo tutti, da sempre. E’ fin troppo tempo che è che la soluzione migliore. Lei: E tu l’hai sempre detto, e hai convinto tutti che lo era. Anche…

Dietro la curva c’è l’inferno

Questo non è un blog di denuncia o di analisi politica, e peraltro è nato come un mezzo assolutamente semiserio. Però quando ci vuole, ci vuole. Io non ero mai stata ad Amatrice e dintorni post terremoto. Sapevo che prima o poi sarebbe arrivato il momento, lì intorno ci sono montagne stupende che sono la…

Ma se io resto in silenzio, tu lo capisci da te

Ha il potere di comparire sempre quando sono tra l’orripilante, l’impresentabile e il mortaccigiuda. In questa inconsueta tre giorni a Roma, mi sto accanendo con la muffa sulle pareti. Bello vivere in Prati, al centro di Roma, ma il piano terra è garanzia di umidità. Ormai al dodicesimo anno dalla stesura della vernice alle pareti,…

Le voci nell’armadio

Ma quale Capodanno, c’è un momento mille volte peggiore, di vera crisi e terrificante riflessione, in cui tutti i fantasmi della tua vita vengono a farti visita e davvero ti trovi a tu per tu con il tuo io più profondo, le tue scelte, le difficoltà, i dubbi, il super-io con la voce di tua…

Tornare, avvicinarsi, (ri)scoprire

E meritiamo un’altra vita, cantava Venditti. Non che io lo ami molto, ma ce la meritiamo veramente. Perchè con una sola vita, ma come facciamo a vedere, annusare, toccare, godere di tutta la bellezza incredibile che c’è intorno e dentro di noi…? Dopo tante escursioni e viggetti “marini”, di aria salata, di sole accecante e…

Il più crudele dei mesi

“Aprile è il più crudele dei mesi, genera lillà da terra morta, confondendo memoria e desiderio, risvegliando le radici sopite con la pioggia della primavera” (T. S. Eliot) E niente, ovviamente a me la primavera genera il mood malinconia, che quest’anno si confonde abilmente nel più crudele ma anche il più forsennato dei mesi mai vissuti…

Bellezza, asprezza, tenerezza, trascuratezza: la mia Sardegna

“Ti correrà le vene in un languor dolce ed amaro di malinconia che forse chiamerai mal di Sardegna” (Marcello Serra, Mal di Sardegna) Mi sono innamorata della Sardegna come ci si innamora a (quasi) quarant’anni (ormai in agguato tra qualche mese, sigh). Trasognata come tutti gli innamorati, con tutta la passione possibile, ma anche e…