Da soli si va veloci, insieme si va lontano

22308980_10214081956431404_1799388551038903821_n“L’autunno è un andante grazioso e malinconico che prepara mirabilmente il solenne adagio dell’inverno” (George Sand)

La citazione è “rubata” a una delle partecipanti al week end sul Gran Sasso della scorsa settimana (e la foto è di Eugenia Pittaluga!), uno strano interludio di inverno improvvisamente aggressivo che ci ha impedito di rispettare il programma e poi ci ha regalato colori e paesaggi straordinari.

L’ottobrata romana intanto ci illude e ci blandisce, ma l’inverno sta per entrare in scena, e tutto un anno si dipana davanti e intorno a noi con le sue infinite possibilità. Per me, dopo un’estate piena e intensissima, è l’ora di cominciare a costruire davvero.

L’Associazione cresce (più di 350 iscritti in 5 mesi!), io ho sempre più escursioni e libri in mente e più ne faccio e più ne vorrei fare, ma soprattutto comincio a pensare (e ad attuare!) qualche… “allargamento”. E non parlo della mia circonferenza, anche se in effetti con tutte ste cene… ma vabbè.

Il viaggio in Valle d’Aosta è stato meraviglioso. Meravigliosi i paesaggi, e meravigliosa la compagnia, e meraviglioso AVERE una compagnia. Sembrerà banale (e anche strano mi sa), ma ho davvero riscoperto il piacere di avere qualcuno accanto con cui confrontarmi. Faccio quasi sempre i sopralluoghi da sola, e inevitabilmente ho un solo punto di vista, il mio. E una delle cose che più temo (insieme alla noia e alla stupidità) è proprio l’autoreferenzialità.

E quindi è iniziato un paziente e probabilmente lungo lavoro di vaglio di nuove possibilità, perchè se è vero che da soli si va veloci, insieme si va lontano. Da soli non si fa altro che ripetersi, se non cambi non cresci, ti accartocci e basta.

Per adesso sono ai nastri di partenza le passeggiate fotografiche con un insegnate favoloso e nientemeno che l’Appia Antica come soggetto!

E come sempre i suggerimenti sono ben accetti, in fondo alcuni tra i viaggi e le escursioni di maggior successo che io abbia organizzato sono frutto della felice imbeccata di una delle mie (bontà sua) più fedeli escursioniste, che Amleto ama tantissimo (merito anche delle polpettine eh…). Perchè chi meglio di un escursionista può sapere cosa piacerebbe ad un escursionista…? Coraggio, chiedete e vi sarà dato!

Intanto un po’ di escursioni “invernali” a quote basse… si, il Gran Sasso ci mancherà, ma c’è decisamente di che consolarsi:

Confessioni di una mente cinica, isterica e romantica a Canale Monterano

Shakespeare sul monte Crepacuore

Traversata Spello – Assisi con “Le cose dell’amore” di Galimberti

E si torna anche al mare, che per proseguire una collaborazione felice ci farà da sfondo dolce ed infinito per una delle camminate che amo più di tutte, la traversata del promontorio dell’Argentario, e per le lezioni di yoga di Manuela Ait al Ponte dell’Immacolata. Per non farmi mancare niente, ci ho messo anche una domenica alle vie cave etrusche di Sovana, ma ho in mente tutto un cammino in zona zaino in spalla a perdersi tra i cunicoli… ma anche la Francigena, che in Toscana è stupenda, e Punta Ala, e la Val d’Orcia, e il Casentino, e il Cilento, e …

Anche questo inverno passerà, e sarà durato troppo poco, come la prossima estate.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...